Crea sito

Christian Louboutin

È uno degli stilisti più esclusivi e ambìti del mondo dell’alta moda. Dichiaratamente specializzato in calzature, le sue scarpe gioiello, dalla suola rosso scarlatta, fanno notizia in tutto il mondo e in tutti i mondi, in particolar modo quello dell’élite, dello star system, della nobiltà, del fetish e del burlesque, oltre a quello dell’high fashion e del glamour.

Nel 1992 aprì la sua prima boutique a Parigi, dove presentò la sua prima collezione (Love, Trash, etc.) e iniziò a farsi notare dall’industria della moda italiana.

Da allora le sue scarpe divennero un insieme di sensualità e bellezza per le donne e le celebrità. Secondo lo stilista, il colore rosso e lucido della suola ha l’unica funzione di identificare una calzatura come sua presso il pubblico. La suola rossa “provocatrice di invidie” è stata anche protagonista di una causa legale, che ha come scopo la rivendicazione della suola stessa come patrimonio esclusivo delle calzature della maison.

Collabora con vari stilisti, come Chloé, Lanvin, Roland Mouret, Diane von Furstenberg, Alexander McQueen e Victor & Rolf. Per molti anni disegnò scarpe per Jean Paul Gaultier. Hanno fatto sfoggio delle sue creazioni molte celebrità, tra cui Beyoncé, Christina Aguilera, Blake Lively, Victoria Beckham, Lindsay Lohan, Katie Holmes, Eva Longoria, Sarah Jessica Parker, Catherine Deneuve, Gwen Stefani, Madonna, Lady Gaga, Kate Moss nel giorno del suo matrimonio, Dita Von Teese, Mika. Louboutins è un singolo della cantante Jennifer Lopez, che fa riferimento al marchio di calzature, utilizzandolo come metafora del potere femminile.

 

Jimmy Choo

Cittadino della Malesia, Jimmy Choo discende dall’etnia Hakka cinese. Nato a Penang da una famiglia di produttori di scarpe, Choo realizzò il suo primo paio all’età di 11 anni. Dopo aver studiato presso il Cordwainers’ Technical College ed essersi laureato nel 1983, nel 1986 apre il suo laboratorio ad Hackney per la realizzazione di scarpe, nella parte Est di Londra, ristrutturando un vecchio edificio di un ospedale.

Nel 1988 la rivista Vogue dedica un servizio di otto pagine alle creazioni di Jimmy Choo, che unitamente alla sponsorizzazione di Diana Spencer, principessa del Galles, contribuisce a far diventare Choo uno dei fashion designer più popolari al mondo e gli permette nel 1996 di fondare la Jimmy Choo Ltd in società con Tamara Mellon, editrice di Vogue.

Nell’aprile 2001, Choo vende la sua percentuale del 50% della società per un valore di dieci milioni di dollari, concentrandosi unicamente sulla linea Jimmy Choo Couture, sotto licenza della Jimmy Choo Ltd. La linea londinese, conosciuta anche come Jimmy Choo prêt-à-porter o, semplicemente, Jimmy Choo, rimane sotto la competenza di Tamara Mellon. Le collezioni di Jimmy Choo si sono allargate per includere nelle proprie linee anche accessori, borse, occhiali da sole e profumi.

 

Dolce & Gabbana

è una casa di alta moda italiana fondata nel 1985 dagli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana

Nel 1991 la loro collezione da uomo fu insignita del Woolmark Award in quanto collezione da uomo più innovativa dell’anno. Ciò che viene considerato come il loro primo tentativo di riconoscimento a livello internazionale è arrivato quando Madonna vestì un corsetto fatto di gemme e una giacchetta di accompagnamento di Dolce & Gabbana per la prima di A letto con Madonna al Festival di Cannes. Il duo poi lavorò con Madonna nel 1993 per disegnare oltre 1500 costumi per il tour internazionale dell’artista Girlie Show a supporto del suo album del 1992 Erotica. In un’intervista sui costumi, Madonna affermò che “i loro vestiti sono sexy con un senso dell’umorismo – come me”.  Nel 1996 la sfilata di D&G fece la sua apparizione soltanto su internet e non sulla passerella, sperimentando lo spostamento verso i nuovi media. In questo anno Dolce & Gabbana disegnarono anche i costumi per il film Romeo + Giulietta di William Shakespeare. Nell’ambito dell’industria cinematografica, sia Dolce che Gabbana comparirono nel 1995 nel film L’Uomo delle Stelle del regista Giuseppe Tornatore, coprendo ruoli minori. Comparirono in cammeo più importanti nell’adattamento a film di Rob Marshall Nine. In qualità di stilisti lavorarono anche al video musicale Girl Panic! dei Duran Duran. Dolce & Gabbana continuarono a lavorare con Madonna, disegnando i vestiti per il suo Drowned World Tour internazionale del 2001, a supporto del suo album uscito nel 2000 Music. Disegnarono anche vestiti per i tour internazionali di Missy Elliot, Beyoncé, e Mary J. Blige. Nel 1999 il duo comparve nel The Oprah Winfrey Show a supporto della cantante Whitney Houston, che utilizzò lo spettacolo per presentare in anteprima i vestiti disegnati da Dolce & Gabbana per il suo tour My Love is Your Love, considerato dalla critica della moda e della musica come insolitamente risqué. Il duo continuò a disegnare vestiti per artisti nell’ambito musicale per tutti gli anni 2000, compresi vestiti per il tour Showgirl Homecoming di Kylie Minogue. Madonna ha anche preso parte alle campagne pubblicitarie del 2010 di Dolce & Gabbana.

 

Braccialini

Fondata nel 1954 da Roberto e Carla Braccialini, inizia come azienda artigianale di borse, alla scomparsa del marito Carla Braccialini prende le redini dell’azienda.

Nel 1980 entrano in azienda i figli Riccardo e Massimo. Sono anni di espansione e di nuove collaborazioni: con Vivienne Westwood nel 1987 e con Fiorucci, Rocco Barocco e Bagutta nel 1988, anno che vede anche la nascita di Contromano, azienda specializzata nel segmento medio del settore pelletteria.

Nel 1990 il nuovo marchio TUA by Braccialini va ad affiancarsi a quello storico, dal quale comunque si distingue per la destinazione dei prodotti ad un pubblico più giovane e una fascia di prezzi inferiore. Nello stesso anno una rosa stilizzata va a costituire il nuovo logo ufficiale. Nel 1993, viene aperto il primo negozio monomarca Braccialini a Firenze.

Nel 2000 la Braccialini entra a far parte del Mariella Burani Fashion Group. Aumentano i negozi monomarca in Italia e nel mondo, fino a contare nel 2006 la propria presenza in ben 40 paesi. Nel 2007 avviene l’acquisizione dell’azienda Dadorosa Srl, licenziataria a livello mondiale di Gherardini, l’azienda fondata a Firenze nel 1885. Nel 2009 Carla Braccialini viene nominata Cavaliere del Lavoro Nello stesso anno la società inaugura la sua nuova sede a Scandicci.

Dal marzo 2010 la Braccialini esce dal perimetro della Mariella Burani Fashion Group entrando a far parte di Mosaicon, controllata dal fondo inglese di private equity 3i. Nel marzo 2011 Dadorosa viene fusa per incorporazione nella Braccialini srl, per snellire le procedure burocratiche, ridurre i costi e controllare direttamente tutti i marchi.

Dal novembre 2011 Braccialini esce dal gruppo Mosaicon e torna indipendente grazie ad un’operazione che ha visto l’intervento diretto della famiglia fondatrice assieme a nuovi soci finanziari. Contemporaneamente l’azienda acquisisce il marchio Francesco Biasia.

Nell’Aprile 2014 Braccialini festeggia i 60 anni , con una mostra al Museo Marino Marini di Firenze intitolata “Il Giardino Incantato”, la retrospettiva ripercorre i 60 anni di estro e creatività dell’Azienda di Scandicci.